Documenti della Colorado State University sulla ricerca sui patogeni dei pipistrelli

Stampa E-mail Share Tweet

Questo post descrive i documenti dei professori della Colorado State University (CSU) Rebekah Kading e Tony Schountz, che US Right to Know ha ottenuto da una richiesta di documenti pubblici. Kading e Schountz sono virologi che studiano i patogeni associati ai pipistrelli nei punti caldi di tutto il mondo. Collaborano con EcoHealth Alliance, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DoD) e la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA), il braccio di ricerca e sviluppo delle forze armate statunitensi.

I documenti offrono uno sguardo nel complesso accademico-militare di scienziati che studiano come prevenire gli spillover di potenziali patogeni pandemici dai pipistrelli. I documenti sollevano interrogativi sui rischi di contagio, ad esempio, della spedizione di pipistrelli e ratti infettati da pericolosi agenti patogeni. Contengono anche altri oggetti degni di nota, tra cui:

  1. Nel febbraio 2017, i coordinatori del DoD del programma di impegno biologico cooperativo dell'Agenzia per la riduzione delle minacce alla difesa ha annunciato una nuova alleanza globale di pipistrelli "per costruire e sfruttare le capacità nazionali e regionali per generare una migliore comprensione dei pipistrelli e della loro ecologia nel contesto dei patogeni di interesse per la sicurezza". Associato a questo, le e-mail Mostra una collaborazione tra CSU, EcoHealth Alliance e National Institutes of Health's Rocky Mountain Laboratories per costruire un sito di ricerca sui pipistrelli presso CSU per espandere gli studi sulle infezioni da pipistrelli.
  2. L'alleanza globale dei pipistrelli si è evoluta in un gruppo chiamato Bat One Health Research Network (BOHRN). Nel 2018, gli scienziati chiave di BOHRN stavano lavorando con DARPA a un progetto chiamato PREEMPT. Record CSU su PREEMPT mostrano che i Rocky Mountain Laboratories, la CSU e la Montana State University stanno sviluppando vaccini "scalabili con vettori" da diffondere attraverso le popolazioni di pipistrelli "per prevenire l'emergenza e la diffusione" di potenziali virus pandemici dai pipistrelli alle popolazioni umane. Il loro obiettivo è sviluppare "vaccini auto-diffondenti " - che si sono diffusi in modo contagioso tra i pipistrelli - nella speranza di eliminare i patogeni nei loro serbatoi animali prima che si riversino sugli esseri umani. Questa ricerca solleva preoccupazioni sulle conseguenze non intenzionali del rilascio allo scoperto di entità auto-diffondenti geneticamente modificate e sui rischi ecologici della loro evoluzione, virulenza e diffusione sconosciute.
  3. La spedizione di pipistrelli e ratti infettati da pericolosi agenti patogeni crea il potenziale di ricadute involontarie sugli esseri umani. Tony Schountz ha scritto a Jonathan Epstein, VP di EcoHealth Alliance, il 30 marzo 2020: “RML [Rocky Mountain Labs] ha importato il serbatoio del virus Lassa facendoli nascere in cattività in Africa, poi la prole è stata importata direttamente in RML. Non so se i pipistrelli a ferro di cavallo possano nascere in cattività, ma questo potrebbe essere un modo per alleviare le preoccupazioni dei CDC ". Virus Lassa è diffuso da ratti endemici dell'Africa occidentale. Provoca una malattia acuta chiamata febbre di Lassa negli esseri umani, che porta a circa 5,000 decessi ogni anno (tasso di mortalità dell'1%).
  4. Il 10 febbraio 2020, il presidente di EcoHealth Alliance Peter Daszak inviato una mail sollecitare i firmatari per una bozza di La Lancetta dichiarazione "Per condannare fermamente le teorie del complotto che suggeriscono che 2019-nCoV non ha un'origine naturale". Nell'e-mail, Daszak ha scritto: “Drs. Linda Saif, Jim Hughes, Rita Colwell, William Karesh e Hume Field hanno redatto una semplice dichiarazione di sostegno per scienziati, salute pubblica e professionisti medici della Cina che combattono questa epidemia (allegata), e vi invitiamo a unirvi a noi come primi firmatari. " Non ha menzionato il proprio coinvolgimento nella stesura della dichiarazione.  La nostra segnalazione precedente mostrato che Daszak ha redatto la dichiarazione che è stata pubblicata in The Lancet.
  5. Tony Schountz ha scambiato e-mail con i principali scienziati del Wuhan Institute of Virology (WIV) Peng Zhou, Zhengli Shi e Ben Hu. In un'e-mail del 30 ottobre 2018, Schountz ha proposto a Zhengli Shi una "allentata associazione" tra l'Arthropod-borne and Infectious Disease Laboratory della CSU e il WIV, coinvolgendo "la collaborazione su progetti rilevanti (ad esempio, arbovirus e virus portati dai pipistrelli) e la formazione degli studenti". Zhengli Shi ha risposto positivamente su suggerimento di Schountz. Le registrazioni non suggeriscono che tale collaborazione sia stata avviata.

Per maggiori informazioni:

Un collegamento all'intero lotto di documenti della Colorado State University può essere trovato qui: Record CSU

US Right to Know sta pubblicando documenti ottenuti tramite richieste di libertà di informazione (FOI) la nostra indagine sui rischi biologici nel nostro post: Documenti FOI sulle origini di SARS-CoV-2, sui rischi della ricerca sul guadagno di funzione e sui laboratori di biosicurezza.