"Difetti gravi" trovati in standard di riviste, rassegne di documenti

Stampa E-mail Share Tweet

Comunicato stampa

Per il rilascio immediato: venerdì 8 giugno 2018                          

Per ulteriori informazioni contattare:
Carey Gillam, Direttore della ricerca USRTK (913) 526-6190 o carey@usrtk.org
Sheldon Krimsky, professore della Tufts University 617-866-3100 o Sheldon.Krimsky@tufts.edu

Quando i rapporti di ricerca sulla salute pubblica vitali vengono pubblicati su riviste con referee, c'è una maggiore aspettativa che soddisfino gli standard professionali di integrità scientifica. Ma a nuovo documento pubblicato nel Journal of Public Health Policy rileva che tali standard sono stati violati in modo oltraggioso e intenzionale rispetto ai documenti che trattano di un popolare pesticida.

Il documento è scritto da Sheldon Krimsky (PhD), il professor Lenore Stern di scienze umane e sociali presso il Dipartimento di politica e pianificazione urbana e ambientale presso la Tufts University, e autore di Scienza nell'interesse privatoe Carey Gillam, direttore della ricerca di US Right to Know e autrice di Whitewash: The Story of a Weed Killer, Cancer and the Corruption of Science. 

Il giornale recensisce documenti di scoperta rilasciati dal tribunale ottenuto da un contenzioso contro Monsanto Co. per la sua raccolta di erbicidi e documenti rilasciati attraverso richieste del Freedom of Information Act (richieste ad agenzie di regolamentazione e università pubbliche negli Stati Uniti). I risultati includono prove di ghostwriting, interferenze nella pubblicazione di riviste e indebita influenza di un'agenzia di regolamentazione federale.

Le riviste sono i custodi di prove affidabili e conoscenze credibili. Devono stabilire i più alti standard di integrità scientifica. Gli editori di riviste non devono mai manifestare pregiudizi nei confronti di individui o organizzazioni. Quando un diario viene a sapere che un articolo è stato scritto fantasma o che c'erano conflitti di interesse non divulgati, ha l'obbligo di agire in modo appropriato e informare i lettori. Il nuovo articolo afferma che due riviste, Critical Reviews of Toxicology e Food and Chemical Toxicology, non erano all'altezza di questi standard. I documenti segnalano gravi difetti nell'etica della pubblicazione scientifica e dei processi normativi che devono essere affrontati.

US Right to Know è un'organizzazione senza scopo di lucro che lavora per promuovere la trasparenza e la responsabilità nel sistema alimentare della nazione. Per ulteriori informazioni sul diritto alla conoscenza degli Stati Uniti, vedere usrtk.org.

-30-