Chlorpyrifos: comune pesticida legato al danno cerebrale nei bambini

Stampa E-mail Share Tweet

Il clorpirifos, un pesticida ampiamente utilizzato, è fortemente legato a danno cerebrale nei bambini. Questi e altri problemi di salute hanno portato diversi Paesi e alcuni stati degli Stati Uniti vietare il clorpirifos, ma la sostanza chimica lo è ancora consentito sulle colture alimentari negli Stati Uniti dopo lobbismo di successo dal suo produttore.

Clorpirifos negli alimenti  

clorpirifos gli insetticidi sono stati introdotti da Dow Chemical nel 1965 e sono stati ampiamente utilizzati negli ambienti agricoli. Comunemente noto come ingrediente attivo nei marchi Dursban e Lorsban, il clorpirifos è un insetticida, acaricida e miticida organofosfato utilizzato principalmente per controllare il fogliame e gli insetti nocivi presenti nel suolo su una varietà di colture alimentari e foraggere. I prodotti sono disponibili sia in forma liquida che in granuli, polveri e pacchetti idrosolubili e possono essere applicati sia con apparecchiature a terra che aeree.

Il clorpirifos viene utilizzato su un'ampia varietà di colture tra cui mele, arance, fragole, mais, grano, agrumi e altri alimenti che le famiglie ei loro figli mangiano quotidianamente. USDA Programma dati sui pesticidi trovato residuo di clorpirifos su agrumi e meloni anche dopo essere stati lavati e pelati. In volume, il clorpirifos è più utilizzato su mais e soia, con oltre un milione di libbre applicato ogni anno a ciascuna coltura. La sostanza chimica non è consentita sulle colture biologiche.

Gli usi non agricoli includono campi da golf, tappeti erbosi, serre e servizi pubblici.

Preoccupazioni per la salute umana

L'American Academy of Pediatrics, che rappresenta più di 66,000 pediatri e chirurghi pediatrici, l'ha avvertito l'uso continuato di clorpirifos espone feti, neonati, bambini e donne incinte in via di sviluppo a un grande rischio.

Gli scienziati hanno scoperto che l'esposizione prenatale al clorpirifos è associata a un peso alla nascita inferiore, un QI ridotto, la perdita della memoria di lavoro, disturbi dell'attenzione e sviluppo motorio ritardato. Gli studi chiave sono elencati di seguito.

Il clorpirifos è anche collegato all'avvelenamento acuto da pesticidi e può causare convulsioni, paralisi respiratoria e, talvolta, morte.

La FDA afferma che l'esposizione al cibo e all'acqua potabile non è sicura

Il clorpirifos è così tossico che l'Autorità europea per la sicurezza alimentare ha vietato le vendite della sostanza chimica a partire da gennaio 2020, scoprendo che c'è nessun livello di esposizione sicuro. Alcuni stati degli Stati Uniti hanno anche bandito il clorpirifos dall'uso agricolo, incluso California e Hawaii.

La US Environmental Protection Agency (EPA) ha raggiunto un accordo con Dow Chemical nel 2000 per eliminare gradualmente tutti gli usi residenziali del clorpirifos a causa della ricerca scientifica che mostra che la sostanza chimica è pericolosa per il cervello in via di sviluppo di neonati e bambini piccoli. È stato vietato l'uso nelle scuole nel 2012.

Nell'ottobre 2015, l'EPA ha dichiarato di averlo pianificato revocare tutte le tolleranze sui residui di cibo per il clorpirifos, il che significa che non sarebbe più legale utilizzarlo in agricoltura. L'agenzia ha affermato che "i residui attesi di clorpirifos sulle colture alimentari superano gli standard di sicurezza previsti dalla legge federale su alimenti, farmaci e cosmetici". La mossa è arrivata in risposta a una petizione per il divieto del Natural Resources Defense Council e Pesticide Action Network.

Nel novembre 2016, l'EPA ha rilasciato un file valutazione del rischio per la salute umana rivista per il clorpirifos confermando che non era sicuro consentire alla sostanza chimica di continuare a essere utilizzata in agricoltura. Tra le altre cose, l'EPA ha affermato che tutte le esposizioni al cibo e all'acqua potabile non erano sicure, specialmente per i bambini di 1-2 anni. L'EPA ha affermato che il divieto avverrà nel 2017.

Trump EPA ritarda il divieto

A seguito dell'elezione di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti, il proposto divieto di clorpirifos è stato ritardato. Nel marzo 2017, in una delle sue prime azioni formali come il più alto funzionario ambientale della nazione, l'amministratore dell'EPA Scott Pruitt ha respinto la petizione da gruppi ambientalisti e ha detto che il divieto di clorpirifos non andrà avanti.

The Associated Press segnalato nel giugno 2017 che Pruitt aveva incontrato il CEO di Dow Andrew Liveris 20 giorni prima di sospendere il divieto. I media hanno anche riferito che Dow ha contribuito con $ 1 milione alle attività inaugurali di Trump.

Nel febbraio del 2018, EPA raggiunto un insediamento che richiede Syngenta pagare una multa di $ 150,000 e addestrare gli agricoltori all'uso dei pesticidi dopo che la società non ha avvertito i lavoratori di evitare i campi in cui il clorpirifos è stato recentemente spruzzato e diversi lavoratori che sono entrati nei campi erano ammalati e ha richiesto cure mediche. L'EPA di Obama aveva inizialmente proposto una multa quasi nove volte maggiore.

Nel febbraio 2020, dopo la pressione dei gruppi di consumatori, medici, scientifici e di fronte alle crescenti richieste di divieti in tutto il mondo, Corteva AgriScience (ex DowDuPont) lo ha detto scomparirebbe produzione di clorpirifos, ma la sostanza chimica rimane legale per altre società da produrre e vendere.

Secondo un'analisi pubblicata nel luglio 2020, i regolatori statunitensi si è basata su dati falsificati forniti da Dow Chemical per consentire per anni livelli pericolosi di clorpirifos nelle case americane. L'analisi dei ricercatori dell'Università di Washington ha affermato che i risultati imprecisi erano il risultato di uno studio sul dosaggio del clorpirifos condotto all'inizio degli anni '1970 per Dow.

Nel settembre 2020 l'EPA ha emesso il suo terzo valutazione del rischio sul chlorpyrifos, affermando che "nonostante diversi anni di studio, revisione tra pari e processo pubblico, la scienza che si occupa degli effetti dello sviluppo neurologico rimane irrisolta" e potrebbe ancora essere utilizzata nella produzione alimentare.

La decisione è arrivata dopo più riunioni tra l'EPA e Corteva.

Gruppi e stati fanno causa all'EPA

A seguito della decisione dell'amministrazione Trump di ritardare qualsiasi divieto almeno fino al 2022, Pesticide Action Network e Natural Resources Defense Council ha intentato una causa contro l'EPA nell'aprile 2017, cercando di costringere il governo a dare seguito alle raccomandazioni dell'amministrazione Obama di vietare il clorpirifos. Nell'agosto 2018, un federale corte d'appello trovata che l'EPA ha infranto la legge continuando a consentire l'uso di clorpirifos e ha ordinato all'EPA di farlo finalizzare la sua proposta di divieto entro due mesi. Dopo più ritardi, L'amministratore dell'EPA Andrew Wheeler ha annunciato nel luglio 2019 che l'EPA non vieterebbe la sostanza chimica.

Diversi stati hanno citato in giudizio l'EPA per il suo fallimento nel vietare il clorpirifos, tra cui California, New York, Massachusetts, Washington, Maryland, Vermont e Oregon. Gli stati sostengono nei documenti del tribunale che il clorpirifos dovrebbe essere vietato nella produzione alimentare a causa dei pericoli ad esso associati.

Earthjustice ha anche intentato una causa presso la Corte d'Appello degli Stati Uniti per la Nona Corte di Circuito cercando un divieto a livello nazionale a nome di gruppi che sostengono gli ambientalisti, i lavoratori agricoli e le persone con difficoltà di apprendimento.

Studi medici e scientifici

Neurotossicità dello sviluppo

"Gli studi epidemiologici qui esaminati hanno riportato correlazioni statisticamente significative tra esposizioni prenatali a CPF [clorpirifos] e complicanze neurologiche postnatali, in particolare deficit cognitivi che sono anche associati con l'interruzione dell'integrità strutturale del cervello…. Vari gruppi di ricerca preclinica in tutto il mondo hanno costantemente dimostrato che il CPF è un neurotossico per lo sviluppo. La neurotossicità dello sviluppo del CPF, che è ben supportata da studi che utilizzano diversi modelli animali, percorsi di esposizione, veicoli e metodi di test, è generalmente caratterizzata da deficit cognitivi e interruzione dell'integrità strutturale del cervello ". Neurotossicità dello sviluppo dell'insetticida organofosforico clorpirifos: dai reperti clinici ai modelli preclinici e ai potenziali meccanismi. Journal of Neurochemistry, 2017.

"Dal 2006, studi epidemiologici hanno documentato sei ulteriori neurotossici dello sviluppo: manganese, fluoruro, clorpirifos, diclorodifeniltricloroetano, tetracloroetilene e eteri di difenile polibromurato". Effetti neurocomportamentali della tossicità sullo sviluppo. Lancet Neurology, 2014.

QI dei bambini e sviluppo cognitivo

Lo studio di coorte di nascita longitudinale di madri e bambini nei centri urbani ha rilevato che "una maggiore esposizione prenatale al CPF [chlorpyrifos], misurata nel plasma sanguigno del cordone ombelicale, era associata a una diminuzione del funzionamento cognitivo su due diversi indici WISC-IV, in un campione di bambini di minoranza a 7 anni di età ... l'indice di memoria di lavoro era il più fortemente associato all'esposizione a CPF in questa popolazione ". Punteggi dello sviluppo neurologico a sette anni ed esposizione prenatale al clorpirifos, un comune pesticida agricolo. Prospettive di salute ambientale, 2011.

Uno studio di coorte di nascita di famiglie di contadini prevalentemente latini in California ha associato un metabolita di pesticidi organofosfati trovati nelle urine di donne incinte con punteggi più bassi nei loro figli per memoria, velocità di elaborazione, comprensione verbale, ragionamento percettivo e QI. "I nostri risultati suggeriscono che l'esposizione prenatale ai pesticidi OP [organofosfati], misurata dai metaboliti urinari DAP [dialchil fosfato] nelle donne durante la gravidanza, è associata a capacità cognitive più scarse nei bambini a 7 anni di età. I bambini nel quintile più alto di concentrazioni di DAP materna avevano un deficit medio di 7.0 punti QI rispetto a quelli nel quintile più basso. Le associazioni erano lineari e non abbiamo osservato alcuna soglia ". Esposizione prenatale a pesticidi organofosfati e QI nei bambini di 7 anni. Prospettive di salute ambientale, 2011.

I risultati di uno studio prospettico di coorte sulle donne e sui loro figli "suggeriscono che l'esposizione prenatale agli organofosfati è negativamente associata allo sviluppo cognitivo, in particolare al ragionamento percettivo, con evidenza di effetti che iniziano a 12 mesi e continuano per tutta la prima infanzia". Esposizione prenatale a organofosfati, paraoxonasi 1 e sviluppo cognitivo nell'infanzia. Prospettive di salute ambientale, 2011.

Uno studio prospettico di coorte su una popolazione di centri urbani ha rilevato che i bambini con alti livelli di esposizione al clorpirifos "hanno ottenuto, in media, 6.5 punti in meno sull'indice di sviluppo psicomotorio Bayley e 3.3 punti in meno sull'indice di sviluppo mentale Bayley a 3 anni di età rispetto con quelli con livelli di esposizione inferiori. I bambini esposti a livelli di clorpirifos più alti, rispetto a quelli più bassi, avevano anche una probabilità significativamente maggiore di sperimentare ritardi dell'indice di sviluppo psicomotorio e dell'indice di sviluppo mentale, problemi di attenzione, problemi di disturbo da deficit di attenzione / iperattività e problemi di disturbo pervasivo dello sviluppo a 3 anni di età ". Impatto dell'esposizione prenatale al clorpirifos sullo sviluppo neurologico nei primi 3 anni di vita tra i bambini del centro città. Journal of the American Academy of Pediatrics, 2006.

Lo studio di coorte di nascita longitudinale in una regione agricola della California estende "i precedenti risultati di associazioni tra genotipo PON1 e livelli di enzimi e alcuni domini di sviluppo neurologico fino alla prima età scolare, presentando nuove prove che le associazioni avverse tra i livelli di DAP [dialchil fosfato] e il QI possono essere più forti nei figli di madri con i livelli più bassi di enzima PON1. " Esposizione a pesticidi organofosfati, PON1 e sviluppo neurologico nei bambini in età scolare dallo studio CHAMACOS. Ricerca ambientale, 2014.

Autismo e altri disturbi dello sviluppo neurologico

Uno studio caso-controllo basato sulla popolazione ha rilevato che "l'esposizione prenatale o infantile a pesticidi selezionati a priori, inclusi glifosato, clorpirifos, diazinon e permetrina, era associata a maggiori probabilità di sviluppare un disturbo dello spettro autistico". Esposizione prenatale e infantile a pesticidi ambientali e disturbo dello spettro autistico nei bambini: studio caso-controllo basato sulla popolazione. BMJ, 2019.

Studio caso-controllo basato sulla popolazione "ha osservato associazioni positive tra ASD [disturbi dello spettro autistico] e vicinanza residenziale prenatale a pesticidi organofosfati nel secondo (per clorpirifos) e nel terzo trimestre (organofosfati in generale)". Disturbi dello sviluppo neurologico e prossimità residenziale prenatale ai pesticidi agricoli: lo studio CHARGE. Prospettive di salute ambientale, 2014.

Vedi anche: Capovolgere l'equilibrio del rischio di autismo: potenziali meccanismi che collegano pesticidi e autismo. Prospettive di salute ambientale, 2012.

Anomalie cerebrali

"I nostri risultati indicano che l'esposizione prenatale a CPF [clorpirifos], a livelli osservati con l'uso di routine (non professionale) e al di sotto della soglia per qualsiasi segno di esposizione acuta, ha un effetto misurabile sulla struttura del cervello in un campione di 40 bambini 5.9-11.2 anni di età. Abbiamo trovato anomalie significative nelle misurazioni morfologiche della superficie cerebrale associate a una maggiore esposizione prenatale a CPF ... Gli allargamenti regionali della superficie cerebrale predominavano e si trovavano nella circonvoluzione temporale superiore, temporale medio posteriore e postcentrale inferiore bilateralmente e nel giro frontale superiore , gyrus rectus, cuneus e precuneus lungo la parete mesiale dell'emisfero destro ”. Anomalie cerebrali nei bambini esposti prenatalmente a un comune pesticida organofosfato. Atti della National Academy of Sciences, 2012.

Crescita fetale

Questo studio "ha visto un'associazione inversa altamente significativa tra i livelli di clorpirifos del cordone ombelicale e sia il peso alla nascita che la lunghezza alla nascita tra i bambini nell'attuale coorte nati prima delle azioni normative dell'EPA degli Stati Uniti per eliminare gradualmente gli usi residenziali dell'insetticida". Biomarcatori nella valutazione dell'esposizione a insetticidi residenziali durante la gravidanza e gli effetti sulla crescita fetale. Tossicologia e farmacologia applicata, 2005.

Uno studio prospettico di coorte multietnico ha rilevato che "quando si prendeva in considerazione il livello di attività materna di PON1, i livelli materni di clorpirifos al di sopra del limite di rilevamento accoppiati con una bassa attività materna di PON1 erano associati a una significativa ma piccola riduzione della circonferenza della testa. Inoltre, i livelli materni di PON1 da soli, ma non i polimorfismi genetici di PON1, erano associati a dimensioni ridotte della testa. Poiché è stato riscontrato che le dimensioni ridotte della testa sono predittive della successiva capacità cognitiva, questi dati suggeriscono che il clorpirifos può avere un effetto dannoso sullo sviluppo neurologico fetale tra le madri che mostrano una bassa attività PON1 ". Nell'esposizione ai pesticidi uterini, nell'attività della paraoxonasi materna e nella circonferenza della testa. Prospettive di salute ambientale, 2003.

Uno studio prospettico di coorte su madri minoritarie e sui loro neonati “conferma i nostri primi risultati di un'associazione inversa tra i livelli di clorpirifos nel plasma del cordone ombelicale e il peso e la lunghezza alla nascita… Inoltre, nel presente studio è stata osservata anche una relazione dose-risposta. In particolare, l'associazione tra clorpirifos plasmatico cordonale e peso e lunghezza ridotti alla nascita è stata riscontrata principalmente tra i neonati con il più alto 25% dei livelli di esposizione ". Esposizioni prenatali di insetticidi e peso e lunghezza alla nascita in una coorte di minoranza urbana. Prospettive di salute ambientale, 2004.

Lung Cancer  

In una valutazione di oltre 54,000 applicatori di pesticidi nello studio sulla salute dell'agricoltura, gli scienziati del National Cancer Institute hanno riferito che l'incidenza del cancro ai polmoni era associata all'esposizione al clorpirifos. "In questa analisi dell'incidenza del cancro tra gli applicatori di pesticidi autorizzati a clorpirifos in North Carolina e Iowa, abbiamo riscontrato una tendenza statisticamente significativa di aumento del rischio di cancro ai polmoni, ma non di qualsiasi altro cancro esaminato, con l'aumento dell'esposizione al clorpirifos." Incidenza del cancro tra gli applicatori di pesticidi esposti al clorpirifos nello studio sulla salute in agricoltura. Giornale del National Cancer Institute, 2004.

Morbo di Parkinson

Uno studio caso-controllo su persone che vivono nella Central Valley della California ha riportato che l'esposizione ambientale a 36 pesticidi organofosfati comunemente usati separatamente aumenta il rischio di sviluppare la malattia di Parkinson. Lo studio "aggiunge una forte evidenza" che i pesticidi organofosfati sono "implicati" nell'eziologia del morbo di Parkinson idiopatico. L'associazione tra l'esposizione ambientale agli organofosfati e il rischio di malattia di Parkinson. Medicina del lavoro e ambientale, 2014.

Risultati alla nascita

La coorte di genitori multietnici di donne incinte e neonati ha scoperto che il clorpirifos "era associato a una diminuzione del peso alla nascita e della durata complessiva della nascita (p = 0.01 e p = 0.003, rispettivamente) e con un peso alla nascita inferiore tra gli afroamericani (p = 0.04) e lunghezza alla nascita ridotta nei dominicani (p <0.001) ". Effetti dell'esposizione transplacentare agli inquinanti ambientali sugli esiti del parto in una popolazione multietnica. Prospettive di salute ambientale, 2003.

Interruzione neuroendocrina

“Attraverso l'analisi di complessi modelli comportamentali dimorfici sessuali dimostriamo che le attività neurotossiche e di disturbo endocrino del CPF [clorpirifos] si sovrappongono. Questo pesticida organofosforico ampiamente diffuso potrebbe quindi essere considerato un distruttore neuroendocrino che potrebbe rappresentare un fattore di rischio per disturbi dello sviluppo neurologico influenzati dal sesso nei bambini ". Comportamenti dimorfici sessuali come marcatori di alterazioni neuroendocrine da sostanze chimiche ambientali: il caso del clorpirifos. NeuroTossicologia, 2012.

Tremore

"I risultati attuali mostrano che i bambini con un'elevata esposizione prenatale al clorpirifos avevano una probabilità significativamente maggiore di mostrare tremore lieve o da lieve a moderato in uno o entrambi i bracci quando valutati di età compresa tra 9 e 13.9 anni di età .... Prese insieme, crescenti evidenze suggeriscono che l'esposizione prenatale al CPF [clorpirifos], agli attuali livelli di utilizzo standard, è associata a una serie di problemi di sviluppo persistenti e correlati ". Esposizione prenatale al clorpirifos antiparassitario organofosfato e tremore infantile. NeuroTossicologia, 2015.

Costo del clorpirifos

Le stime dei costi di esposizione a sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino nell'Unione europea hanno rilevato che "le esposizioni agli organofosfati erano associate a 13.0 milioni (analisi di sensibilità, da 4.24 milioni a 17.1 milioni) di punti QI persi e 59 300 (analisi di sensibilità, da 16 500 a 84 400) casi di disabilità intellettiva, a un costo di 146 miliardi di euro (analisi di sensibilità, da 46.8 miliardi di euro a 194 miliardi di euro). " Deficit neurocomportamentali, malattie e costi associati dell'esposizione a sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino nell'Unione europea. Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, 2015.

Tiroide nei topi

"Il presente studio ha dimostrato che l'esposizione di topi CD1, durante le finestre critiche dello sviluppo prenatale e postnatale, a livelli di dose di CPF [chlorpyrifos] inferiori a quelli che inibiscono l'AchE cerebrale, può indurre alterazioni della tiroide". L'esposizione durante lo sviluppo al clorpirifos induce alterazioni nei livelli di tiroide e ormoni tiroidei senza altri segni di tossicità nei topi Cd1. Scienze tossicologiche, 2009.

Problemi con gli studi di settore

“Nel marzo 1972, Frederick Coulston e colleghi dell'Albany Medical College riferirono i risultati di uno studio sul dosaggio intenzionale di clorpirifos allo sponsor dello studio, Dow Chemical Company. Il loro rapporto ha concluso che 0.03 mg / kg al giorno era il livello cronico senza effetti avversi osservati (NOAEL) per il clorpirifos negli esseri umani. Dimostriamo qui che un'analisi corretta con il metodo statistico originale avrebbe dovuto trovare un NOAEL inferiore (0.014 mg / kg-giorno) e che l'uso di metodi statistici disponibili per la prima volta nel 1982 avrebbe dimostrato che anche la dose più bassa nello studio aveva significativo effetto del trattamento. L'analisi originale, condotta dagli statistici dipendenti della Dow, non è stata sottoposta a revisione tra pari formale; tuttavia, l'EPA ha citato lo studio Coulston come una ricerca credibile e ha mantenuto il NOAEL riportato come punto di partenza per le valutazioni del rischio per gran parte degli anni '1980 e '1990. Durante quel periodo, l'EPA ha consentito la registrazione del clorpirifos per molteplici usi residenziali che sono stati successivamente cancellati per ridurre i potenziali impatti sulla salute di bambini e neonati. Se nella valutazione di questo studio fossero state impiegate analisi appropriate, è probabile che molti di quegli usi registrati di clorpirifos non sarebbero stati autorizzati dall'EPA. Questo lavoro dimostra che l'affidamento delle autorità di regolamentazione dei pesticidi sui risultati della ricerca che non sono stati adeguatamente sottoposti a revisione paritaria può mettere inutilmente in pericolo il pubblico ". Analisi errata di uno studio di dosaggio intenzionale nell'uomo e relativo impatto sulle valutazioni del rischio di clorpirifos. Environment International, 2020.

"Nella nostra revisione dei dati grezzi su un importante pesticida, il clorpirifos e un composto correlato, sono state scoperte discrepanze tra le osservazioni effettive e le conclusioni tratte dal laboratorio di prova nel rapporto presentato per l'autorizzazione del pesticida." Sicurezza della valutazione della sicurezza dei pesticidi: neurotossicità dello sviluppo del clorpirifos e del clorpirifos metile. Salute ambientale, 2018.

Altre schede informative

Centro Shorenstein della Harvard Kennedy School: Un controverso insetticida e il suo effetto sullo sviluppo del cervello: ricerca e risorse

Università di Harvard: Il pesticida più utilizzato, un anno dopo

Earthjustice: Chlorpyrifos: il pesticida tossico che danneggia i nostri bambini e l'ambiente

Sierra Club: Bambini e clorpirifos

Giornalismo e opinione

Imaging di Bradley Peterson, tramite Atti della National Academy of Sciences; New York Times

L'eredità di Trump: cervelli danneggiati, di Nicholas Kristof, New York Times. “Il pesticida, che appartiene a una classe di sostanze chimiche sviluppate come gas nervino prodotto dalla Germania nazista, si trova ora nel cibo, nell'aria e nell'acqua potabile. Studi sull'uomo e sugli animali dimostrano che danneggia il cervello e riduce il QI provocando tremori tra i bambini ".

Proteggi il cervello dei nostri bambini, di Sharon Lerner, New York Times. “L'uso diffuso del clorpirifos indica il fatto che non è il tipo di sostanza chimica che danneggia tutti coloro che ne vengono a contatto - o che li fa morire all'impatto. Invece, la ricerca mostra un aumento del rischio di soffrire di alcuni problemi di sviluppo che, sebbene meno drammatici, sono anche, in modo allarmante, duraturi ".

Poison Fruit: Dow Chemical vuole che gli agricoltori continuino a utilizzare un pesticida legato all'autismo e all'ADHD, di Sharon Lerner, The Intercept. “Dow, la gigantesca azienda chimica che ha brevettato il clorpirifos e produce ancora la maggior parte dei prodotti che lo contengono, ha costantemente contestato le crescenti prove scientifiche che la sua sostanza chimica di successo danneggia i bambini. Ma il rapporto del governo ha chiarito che l'EPA ora accetta la scienza indipendente che mostra che il pesticida usato per coltivare così tanto del nostro cibo non è sicuro ".

Quando i dati sufficienti non sono sufficienti per attuare la politica: il mancato divieto di clorpirifos, di Leonardo Trasande, PLOS Biology. “Gli scienziati hanno la responsabilità di parlare quando i responsabili politici non accettano i dati scientifici. Devono dichiarare con enfasi le implicazioni dei fallimenti politici, anche se alcuni dei fondamenti scientifici rimangono incerti ".

In che modo questo pesticida non è stato bandito? dal comitato editoriale del New York Times. “Il pesticida noto come clorpirifos è sia chiaramente pericoloso che ampiamente utilizzato. È noto per passare facilmente dalla madre al feto ed è stato collegato a una vasta gamma di gravi problemi medici, tra cui uno sviluppo alterato, il morbo di Parkinson e alcune forme di cancro. Non è del tutto sorprendente. La sostanza chimica è stata originariamente sviluppata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale per essere utilizzata come gas nervino. Ecco cosa sorprende: tonnellate di pesticidi vengono ancora spruzzati su milioni di acri di terreno agricolo degli Stati Uniti ogni anno, quasi cinque anni dopo che l'Environmental Protection Agency ha stabilito che dovrebbe essere vietato ".

Questo pesticida è strettamente correlato agli agenti nervini utilizzati nella seconda guerra mondiale. All'EPA di Trump non importa, di Joseph G. Allen, Washington Post. “Quello che sappiamo del clorpirifos è allarmante. Forse lo studio più noto è quello condotto dai ricercatori della Columbia University che hanno eseguito l'imaging del cervello su bambini piccoli con elevata esposizione al clorpirifos. I risultati sono scioccanti e inequivocabili. Nelle parole dei ricercatori: "Questo studio riporta associazioni significative di esposizione prenatale a un neurotossico ambientale ampiamente utilizzato, a livelli di utilizzo standard, con cambiamenti strutturali nel cervello umano in via di sviluppo".

Un caso forte contro un pesticida non disturba l'EPA sotto Trump, di Roni Caryn Robin, New York Times. “Una valutazione aggiornata del rischio per la salute umana compilata dall'EPA a novembre ha rilevato che i problemi di salute si stavano verificando a livelli di esposizione inferiori a quelli precedentemente ritenuti dannosi. Neonati, bambini, ragazze e donne sono esposti a livelli pericolosi di clorpirifos attraverso la sola dieta, ha detto l'agenzia. I bambini sono esposti a livelli fino a 140 volte il limite di sicurezza ".

I bambini sono più grandi dopo il divieto di 2 pesticidi, risultati di studi, di Richard Pérez-Peña, New York Times. "Le donne incinte nella parte alta di Manhattan che sono state pesantemente esposte a due comuni insetticidi hanno avuto bambini più piccoli dei loro vicini, ma le recenti restrizioni sulle due sostanze hanno rapidamente ridotto l'esposizione e aumentato le dimensioni dei bambini, secondo uno studio pubblicato oggi".

I veleni siamo noi, di Timothy Egan, New York Times. “Quando mordi un frutto, dovrebbe essere un piacere insensato. Certo, quella fragola dall'aspetto steroideo con un interno bianco di dentifricio non sembra giusta per cominciare. Ma non dovresti pensare allo sviluppo del cervello infantile quando lo sovrapponi ai cereali. L'amministrazione Trump, nel mettere i leccapiedi dell'industria chimica tra il nostro cibo e la sicurezza pubblica, ha forzato una nuova valutazione della colazione e altre routine che non dovrebbero essere spaventose ".

Nel piatto e nel corpo: il pesticida più pericoloso di cui non hai mai sentito parlare, di Staffan Dahllöf, Investigative Reporting Denmark. “L'effetto velenoso del clorpirifos sugli insetti non è contestato. La questione irrisolta è fino a che punto l'uso del clorpirifos sia pericoloso per tutti gli organismi viventi come i pesci nelle acque vicine o i lavoratori agricoli nei campi, o per chiunque mangi i prodotti trattati ".

Neurotossine sui broccoli di tuo figlio: questa è la vita sotto Trump, di Carey Gillam, The Guardian. “Quanto vale la salute di tuo figlio? La risposta proveniente dalla leadership dell'Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti è: non così tanto ... Quindi eccoci qui - con preoccupazioni scientifiche per la sicurezza dei nostri bambini innocenti e vulnerabili da una parte e potenti e ricchi attori aziendali dall'altra. I nostri leader politici e normativi hanno mostrato quali interessi apprezzano di più.

L'insetticida comune può danneggiare il cervello dei ragazzi più delle ragazze, di Brett Israel, Environmental Health News. “Nei ragazzi, l'esposizione al clorpirifos nell'utero era associata a punteggi più bassi nei test di memoria a breve termine rispetto alle ragazze esposte a quantità simili ".

Più schede scientifiche sulle sostanze chimiche nel nostro cibo 

Trova altre schede informative sul diritto di sapere degli Stati Uniti:

Aspartame: decenni di scienza indicano seri rischi per la salute

Scheda informativa sul glifosato: cancro e altri problemi di salute

Scheda informativa Dicamba 

US Right to Know è un gruppo investigativo per la salute pubblica che lavora a livello globale per denunciare illeciti aziendali e fallimenti del governo che minacciano l'integrità del nostro sistema alimentare, del nostro ambiente e della nostra salute.  Puoi donare qui alle nostre indagini e Iscriviti alla nostra newsletter settimanale.