Council for Biotechnology Information, GMO Answers, CropLife: iniziative PR del settore dei pesticidi 

Stampa E-mail Share Tweet

Il Council for Biotechnology Information (CBI) è stata una campagna di pubbliche relazioni lanciata nell'aprile 2000 da sette importanti aziende chimiche / sementi e dai loro gruppi commerciali per persuadere il pubblico ad accettare alimenti geneticamente modificati. L'iniziativa è stata creata in risposta alle preoccupazioni del pubblico circa i rischi per la salute e l'ambiente degli alimenti geneticamente modificati e ha detto che il suo obiettivo sarebbe stato sviluppare alleanze lungo la catena alimentare per promuovere le colture OGM ("ag biotech") come benefiche.

CBI ha chiuso i battenti nel 2019 e ha spostato i propri asset, inclusa la campagna di marketing GMO Answers, gestito dalla ditta Ketchum PR - a CropLife International, il gruppo commerciale internazionale per le aziende di pesticidi. Vedere, Chiude il gruppo di propaganda del settore dei pesticidi chiave CBI; GMO Answers passa a CropLife, USRTK (2020)

Modulo fiscale CBI: focalizzato su terzi

CBI ha speso oltre $ 28 milioni dal 2014 al 2019, secondo i registri fiscali (vedi 2014, 2015, 2016, 2017, 2018) su progetti che promuovono alimenti geneticamente modificati. Come annotato nel suo modulo fiscale 2015, CBI si è concentrata esplicitamente sullo sviluppo e la formazione di portavoce di terze parti - in particolare accademici, agricoltori e dietisti - per promuovere le opinioni del settore sui benefici degli OGM.

I progetti finanziati da CBI includevano GMO Answers (tramite la società di pubbliche relazioni Ketchum); Academics Review, un gruppo che affermava di essere indipendente dall'industria; Boot camp del progetto Biotech Literacy tenuti nelle migliori università (tramite Academics Review) e Global Farmer Network.

Risposte OGM / Ketchum

GMO Answers è un file sito web di marketing e campagna di pubbliche relazioni che utilizza la voce di accademici e altri per promuovere cibi e pesticidi geneticamente modificati. CBI ha speso $ 14.4 milioni per la società di pubbliche relazioni Ketchum tra il 2014-2019 per eseguire la salva di PR, secondo i moduli fiscali.

GMO Answers rivela il finanziamento del suo settore sul suo sito web e afferma che promuove le opinioni di esperti indipendenti. Tuttavia, sono emersi esempi di come Ketchum PR abbia scritto alcune delle risposte sugli OGM offerte da "esperti indipendenti" (vedere la copertura in New York Times e Forbes). GMO Answers compare anche nei documenti di Monsanto PR come partner negli sforzi dell'industria difendere gli erbicidi Roundup a base di glifosato da problemi di cancro e a cercare di screditare una ricerca di interesse pubblico indagine condotta da US Right to Know per scoprire legami nascosti tra le aziende di pesticidi e gli accademici che promuovono prodotti agricochimici.

Un esempio di come GMO Answers crea influenza con i giornalisti chiave, vedi segnalando in Huffington Post su come Ketchum legami coltivati con il giornalista del Washington Post Tamar Haspel. Haspel era un primo promotore di GMO Answers, e successivamente ha partecipato a CBI-funded Progetto di alfabetizzazione biotecnologica eventi di messaggistica. UN revisione della fonte delle colonne di Haspel condotta da USRTK ha trovato diversi esempi di fonti industriali non rivelate e informazioni fuorvianti nei suoi articoli sui pesticidi.

GMO Answers è stato riconosciuto come uno sforzo di spin di successo nel 2014, quando lo era selezionato per un premio pubblicitario CLIO nella categoria "Relazioni pubbliche: gestione delle crisi e gestione dei problemi". In un video prodotto per il premio, Ketchum si è vantato che GMO Answers "ha quasi raddoppiato la copertura mediatica positiva degli OGM" e ha osservato che "monitorano attentamente la conversazione" su Twitter dove "hanno bilanciato con successo l'80% delle interazioni con i detrattori". Il video è stato rimosso dopo che US Right to Know ha richiamato l'attenzione su di esso, ma noi l'ho salvato qui.

Rapporti correlati:

Monsanto documento pubblicato nel 2019 mostra come Monsanto ha collaborato con GMO Answers.

Quando USRTK ha presentato FOIA per indagare sui legami del settore con accademici, La Monsanto ha reagito.

Recensione accademica

CBI ha fornito finanziamenti per $ 650,000 a Recensione accademica, un'organizzazione non profit che ha affermato di aver ricevuto nessun finanziamento aziendale. Il gruppo è stato co-fondato da Bruce Chassy, ​​PhD, professore emerito presso l'Università dell'Illinois a Urbana-Champaign, e David Tribe, PhD, docente senior presso l'Università di Melbourne.

I documenti ottenuti da US Right to Know hanno rivelato che la Academics Review è stata istituita esplicitamente come gruppo di facciata con l'aiuto dei dirigenti della Monsanto e dell'ex direttore delle comunicazioni dell'azienda Jay Byrne. Il gruppo ha discusso dell'uso di Academics Review come veicolo per screditare i critici degli OGM e degli agrofarmaci, trovare contributi aziendali e nascondere le impronte digitali della Monsanto.

Rapporti correlati: Impronte digitali Monsanto trovate ovunque attacco al cibo biologico, regia di Stacy Malkan, Huffington Post (2017)

Eventi di spin del Biotech Literacy Project

CBI ha speso oltre $ 300,000 per due "Boot camp del progetto Biotech Literacy"Tenuto presso l'Università della Florida nel 2014 e l'Università della California, Davis nel 2015, secondo i documenti fiscali. Il denaro è stato inviato tramite Academics Review, che ha co-organizzato le conferenze con il Progetto di alfabetizzazione genetica, un altro gruppo che aiuta Monsanto con progetti di pubbliche relazioni affermando di essere indipendente.

I tre giorni eventi di boot camp formati studenti, scienziati e giornalisti in tecniche di comunicazione e lobbying per promuovere e difendere OGM e pesticidi e avevano obiettivi politici espliciti per evitare l'etichettatura degli OGM negli Stati Uniti

Rapporti correlati:  Flacking per OGM: come l'industria biotech coltiva media positivi e scoraggia le critiche, regia di Paul Thacker, The Progressive (2017)

I gruppi "partner" della Monsanto difendono Roundup

Sebbene GMO Answers, Academics Review e Genetic Literacy Project affermassero tutti di essere indipendenti dall'influenza dell'industria, tutti e tre i gruppi apparvero in un Documenti di Monsanto PR in qualità di "partner del settore", l'azienda si è impegnata nei suoi sforzi per difendere gli erbicidi Roundup a base di glifosato dai problemi di cancro.

Documento Monsanto PR discute i piani per difendere Roundup dalle preoccupazioni sul cancro

Libro da colorare per bambini per OGM

Anche CBI ha prodotto un libro da colorare e di attività per bambini promuovere gli OGM. Il link per il libro, e anche il sito web WhyBiotech.com creato da CBI, ora reindirizzato a un gruppo commerciale per produttori e distributori di cannabinoidi derivati ​​dalla canapa.

Post relativi al diritto di sapere degli Stati Uniti

GMO Answers è uno strumento di pubbliche relazioni per la gestione delle crisi per OGM e pesticidi (aggiornato 2020)

Chiude il gruppo di propaganda del settore dei pesticidi chiave CBI; GMO Answers passa a CropLife (2020)

La campagna della Monsanto contro il diritto degli Stati Uniti alla conoscenza (2019)

La Monsanto ha fatto affidamento su questi "partner" per attaccare i migliori scienziati del cancro (2019)

Recensione accademica: The Making of a Monsanto Front Group (2018)

Progetto di alfabetizzazione genetica di Jon Entine: messaggeri di pubbliche relazioni per Monsanto, Bayer e l'industria chimica (2018)

Come Tamar Haspel inganna i lettori del Washington Post e revisione della fonte delle colonne di pesticidi di Haspel (2018)

L'ex società di pubbliche relazioni russa Ketchum gestisce la salva di pubbliche relazioni dell'industria chimica sugli OGM (2015)