Progetto di alfabetizzazione genetica di Jon Entine: messaggeri di pubbliche relazioni per Monsanto, Bayer e l'industria chimica

Stampa E-mail Share Tweet

Jon Entine è il fondatore e direttore esecutivo del Genetic Literacy Project, un partner chiave negli sforzi di pubbliche relazioni di Monsanto per proteggere e difendere i prodotti agricochimici. Entine è un ex giornalista che si presenta come un'autorità oggettiva nel campo della scienza, ma le prove descritte in questa scheda dimostrano che è un agente di pubbliche relazioni di lunga data con profondi legami con l'industria chimica e finanziamenti del settore non divulgati.

Origini come azienda Monsanto PR

Entine è il fondatore e preside di ESG MediaMetrics, una società di pubbliche relazioni che aveva Monsanto come cliente nel 2011 quando l'azienda registrato GeneticLiteracyProject.org dominio.

Entine era impiegato a quel tempo da Statistical Assessment Services (STATS), un gruppo senza scopo di lucro che i giornalisti hanno descritto come un "campagna di disinformazione" quello è in linea con le posizioni del settore di minimizzare i danni alla salute. Il Genetic Literacy Project è stato sviluppato come un "programma interdisciplinare con STATS", secondo archivi web. Nel 2015, il Genetic Literacy Project si è trasferito sotto l'egida di un nuovo gruppo, il Science Literacy Project, che ha ereditato lo STATS numero di identificazione fiscale.

STATS era un "attore principale nella campagna di pubbliche relazioni per screditare le preoccupazioni sul bisfenolo A,"Secondo il Milwaukee Journal Sentinel. La sua organizzazione madre, il Centro per i media e gli affari pubblici (CMPA), lo era pagato dal gigante del tabacco Phillip Morris negli anni '1990 "per raccogliere storie critiche sul fumo". Entine è stato direttore del CMPA nel 2014/2015, secondo ai moduli fiscali.

Monsanto era un cliente della società di pubbliche relazioni di Entine quando ha registrato il dominio per Genetic Literacy Project.

Il cane da attacco della Monsanto 

Il Genetic Literacy Project attacca frequentemente scienziati, scienza, giornalisti e altri che criticano la Monsanto oi suoi prodotti. Documenti ottenuti da US Right to Know e  tramite contenzioso stabilire che Monsanto collabora con Entine e GLP su progetti di PR per promuovere e difendere OGM e pesticidi. Queste collaborazioni non sono state divulgate.

A Piano di pubbliche relazioni Monsanto 2015 nomina Genetic Literacy Project tra i "Partner del settore" La Monsanto intendeva impegnarsi nei suoi sforzi per "orchestrare la protesta" su a relazione sul cancro dall'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC). L'obiettivo di Monsanto, secondo il piano di PR: "proteggere la reputazione" di Roundup. GLP da allora ha pubblicato oltre 200 articoli su IARC, molti di loro attaccando Gli scienziati as frodi e  Bugiardi che sono guidato dal profitto e dalla vanità.

Un pluripremiato Inchiesta Le Monde sui "Monsanto Papers" ha descritto il Genetic Literacy Project come un "noto sito di propaganda" che è "alimentato da persone di pubbliche relazioni legate alle industrie dei pesticidi e della biotecnologia". Il progetto di alfabetizzazione genetica ha svolto un ruolo chiave negli sforzi della Monsanto "per distruggere l'agenzia per il cancro delle Nazioni Unite con ogni mezzo possibile", ha riferito Le Monde.

In un deposito del tribunale del 2017, gli avvocati dei querelanti che hanno citato in giudizio la Monsanto per problemi di cancro al glifosato hanno descritto il Genetic Literacy Project e l'American Council on Science and Health come "organizzazioni intese a svergognare gli scienziati e evidenziare informazioni utili alla Monsanto e ad altri produttori chimici".

Documenti pro OGM di professori

Nel 2014 e 2015, Genetic Literacy Project ha collaborato con Monsanto e la loro società di PR per pubblicare e promuovere una serie di articoli pro-OGM scritti da professori. La Monsanto assegnò e curò i documenti e incaricò il Genetic Literacy Project di pubblicarli. Il ruolo della società non è stato divulgato.

Secondo un'e-mail di settembre 2014, I dirigenti della Monsanto hanno scelto Genetic Literacy Project come "lo sbocco principale" per pubblicare i documenti dei professori e per costruire un "piano di merchandising" con la società di pubbliche relazioni CMA per promuovere i documenti. La società di pubbliche relazioni CMA, ora ribattezzata Look East, è diretta da Charlie Arnot. Gestisce anche il Centro per l'integrità alimentare, un'organizzazione senza scopo di lucro che riceve finanziamenti da Monsanto, e anche dona a Progetto di alfabetizzazione genetica.

Legami con Syngenta e il gruppo di facciata del settore

Syngenta stava finanziando ACSH quando ha pubblicato il libro di Entine in difesa del pesticida di Syngenta.

Jon Entine è strettamente legato al Consiglio americano per la scienza e la salute (ACSH), un gruppo di facciata aziendale che riceve finanziamenti dalla Monsanto e altre società chimiche. ACSH ha pubblicato il libro del 2011 di Entine, che difende l'atrazina, un pesticida prodotto da Syngenta. Segnalazione di Tom Philpott in Mother Jones e Centro per i media e la democrazia stabilire che Syngenta stava finanziando ACSH in quel momento e che ACSH ha chiesto a Syngenta di fornire finanziamenti extra per un progetto che includeva un libro che suona come il libro di Entine. Syngenta stava cercando alleati di terze parti per aiutare l'azienda difendere l'atrazina.

In 2009, Lo staff di ACSH ha chiesto a Syngenta per una sovvenzione di $ 100,000, "separato e distinto dal supporto operativo generale Syngenta ha fornito così generosamente nel corso degli anni", per produrre un documento cartaceo e un "opuscolo di facile utilizzo" sull'atrazina. Nel 2011, Ha annunciato ACSH Il nuovo libro di Entine insieme a un "documento di posizione abbreviato e amichevole per i compagni", entrambi in difesa dell'atrazina. Entine ha detto a Philpott che "non aveva idea" che Syngenta stesse finanziando ACSH.

Tema chiave: attacchi a scienziati e giornalisti

Un tema chiave nel lavoro di Entine è attaccare scienziati e giornalisti che riferiscono criticamente sull'industria chimica, l'industria petrolifera o sui problemi di salute ad essi associati. Qualche esempio:

  • attaccato New Yorker la giornalista Rachel Aviv nel tentativo di screditarla reportistica sui documenti interni di Syngenta che rivelano come la compagnia chimica abbia cercato di distruggere la reputazione del professor Tyrone Hayes della UC Berkeley grazie alle sue ricerche che collegavano l'erbicida atrazina ai difetti congeniti nelle rane. La fonte principale di Entine era Bruce Chassy, ​​un professore che lo era ricevere tranquillamente denaro dalla Monsanto e ha contribuito ad avviare un Monsanto gruppo di fronte per attaccare i critici del settore.
  • attaccato La professoressa di Harvard Naomi Oreskes, coautrice di Mercanti di Doubt, come "un populista luddista, l'intellettuale Rottweiler di in-your-face, ambientalismo, indebitamente diffidente nei confronti della tecnologia moderna".
  • Accusato Il preside della Columbia Journalism School Steve Coll e la giornalista Susanne Rust di "diffamare Exxon" per aver riferito che Exxon sapeva da anni che il cambiamento climatico era reale, ma ha nascosto la scienza per mantenere il flusso dei ricavi.
  • In un attacco di follow-up (poiché rimosso dal Huffington Post sito web), Entine ha accusato Rust di violazioni etiche per la sua segnalazione in una serie premiata su BPA che era finalista per un premio Pulitzer; Entine non ha rivelato che la sua segnalazione identificava il suo ex datore di lavoro STATS come a attore principale negli sforzi di pubbliche relazioni del settore.

Oscuro percorso di finanziamento per Entine e GLP

La storia dei finanziamenti di Entine è complessa e opaca, ma i documenti fiscali e le sue stesse rivelazioni rivelano un modello di finanziamento da fonti anonime e fondazioni di destra che spingere la deregolamentazione e la negazione della scienza del clima, oltre a finanziamenti non divulgati dall'industria della biotecnologia.

Nota di "trasparenza" imprecisa e mutevole

La nota sulla “trasparenza finanziaria” sul sito web del Genetic Literacy Project è imprecisa, cambia spesso ea volte contraddice se stessa. Per il 2017 e il 2018, il progetto di alfabetizzazione genetica ha affermato di aver ricevuto finanziamenti da una manciata di fondazioni comprese le fondazioni Templeton e Searle, che sono i principali finanziatori degli sforzi di negazione della scienza del clima. GLP prende atto anche del finanziamento del Center for Food Integrity, a gruppo di facciata dell'industria alimentare che riceve denaro dalla Monsanto e collabora anche con Monsanto e il progetto di alfabetizzazione genetica per promuovere le pubbliche relazioni dell'industria agrochimica.

In Settembre 2016, la "comunicazione" nota ha detto che GLP non ha ricevuto finanziamenti dalle società, ma ha rivelato un "passaggio" di $ 27,500 dalla "Academics Review Charitable Association", che sembra non esistere. Quel gruppo è apparentemente AcademicsReview.org, un gruppo di facciata che ha ricevuto la maggior parte dei suoi finanziamenti dall'industria dei pesticidi gruppo commerciale, ma ha affermato di essere indipendente dall'industria.

In Marzo 2016, GLP non ha fornito informazioni finanziarie ed Entine ha cercato di allontanare GLP dal suo ex datore di lavoro STATS, sostenendo che STATS forniva solo servizi di contabilità e che i gruppi non erano coinvolti nelle attività degli altri. Ma nel 2012, GLP ha affermato che era "sviluppato come programma interdisciplinare con STATS. "

Centro per i media e gli affari pubblici / George Mason University

Per l'anno fiscale 2014 / 2015, secondo i documenti fiscali, Entine ha ricevuto $ 173,100 per il suo lavoro come "direttore" presso il Center for Media and Public Affairs, un gruppo con sede presso la George Mason University e fondato dal professore GMU Robert Lichter. CMPA è stato pagato da Phillip Morris negli anni '1990 per deviare le preoccupazioni sul tabacco, secondo i documenti della UCSF Tobacco Industry Library.

CMPA non rivela i suoi finanziatori ma ha ricevuto finanziamenti dalla George Mason University Foundation, the destinatario principale di donazioni affiliate a Charles Koch e Koch Industries. GMUF ha anche ricevuto $ 5.3 milioni dal Donors Trust e dal Donors Capital Fund tra il 2011 e il 13, secondo il Guardian. Questi fondi convogliano denaro da donatori anonimi, comprese aziende, a campagne e accademici che promuovono gli interessi dell'industria, come ha dimostrato Greenpeace in un inchiesta sotto copertura.

STATISTICHE Pagamenti e prestiti

Il gruppo sorella di CMPA, anch'esso fondato da Lichter e con sede presso GMU, era Statistical Assessment Services (STATS), un gruppo senza scopo di lucro che ha svolto un ruolo chiave negli sforzi di PR del settore chimico per difendere i prodotti tossici, secondo quanto riportato in L'intercettazione, Milwaukee Journal Sentinel, The Atlantic e Consumer Reports.

Secondo i moduli IRS:

Il Centro per i media e gli affari pubblici ha anche prestato denaro a STATS, che "a causa di finanziamenti inadeguati" non è stato "rimborsato". La George Mason University Foundation, che non rivela il proprio finanziamento, ha concesso in quegli anni borse di studio CMPA. I registri fiscali mostrano:

Finanziamenti dell'industria delle biotecnologie per la formazione di scienziati e giornalisti

Nel 2014 e nel 2015, le principali aziende di pesticidi hanno speso oltre $ 300,000 per due eventi organizzati dal Genetic Literacy Project e dal gruppo di facciata Academics Review per "formare scienziati e giornalisti per inquadrare il dibattito sugli OGM e la tossicità del glifosato, "In base ai registri fiscali e ai rapporti in Il progressivo. Gli eventi, chiamati Boot camp del progetto Biotech Literacy, si sono svolti presso il University of Florida nel 2014 e UC Davis nel 2015.

Gli ordini del giorno descrivono gli eventi come "formazione sulle capacità di comunicazione" per scienziati e giornalisti per aiutare a riformulare il dibattito sulla sicurezza alimentare e sugli OGM, e hanno promesso di fornire agli scienziati "gli strumenti e le risorse di supporto necessarie per coinvolgere efficacemente i media e apparire come esperti in legislazione e udienze del governo locale e altre decisioni politiche e relative opportunità di sensibilizzazione ".

Facoltà al primo primo campo di addestramento inclusi rappresentanti dell'industria agrica, gruppi di facciata dell'industria alimentare e gruppi commerciali e accademici pro-OGM tra cui il professore dell'Università della Florida Kevin Foltae professore emerito dell'Università dell'Illinois Bruce Chassy, entrambi hanno accettato finanziamenti non divulgati dalla Monsanto e promuovono gli OGM e i pesticidi su cui fanno affidamento le vendite della Monsanto. Il Washington Post editorialista alimentare Tamar Haspel, chi anche accetta denaro da interessi agroalimentari, era il giornalista di facoltà.

Finanziatori negazionisti della scienza del clima

I principali sostenitori finanziari dell'ex datore di lavoro di Entine STATS e del suo attuale gruppo Genetic Literacy Project includono fondazioni di destra - principalmente Scaife Foundation, Searle Freedom Trust e Templeton Foundation - che sono i principali finanziatori della negazione della scienza del clima, secondo un Studio 2013 della Drexel University. Vedi l'indagine USRTK: Il Climate Science Denial Network finanzia la propaganda chimica tossica.

Ragazzo della difesa dell'industria chimica

Per molti anni, Entine è stato un importante difensore degli interessi dell'industria chimica, seguendo il playbook dell'industria: difende le sostanze chimiche come sicure; si oppone alla regolamentazione; e attacca la scienza, i giornalisti di scienziati e altri che sollevano preoccupazioni.

Difendere i neonicotinoidi

Crescita le prove scientifiche suggeriscono che i neonicotinoidi, la classe di pesticidi più utilizzata, sono un fattore chiave nella moria delle api. L'Unione europea ha limitato la neonica a causa delle preoccupazioni sull'impatto sulle api. Un articolo del febbraio 2020 su The Intercept di Lee Fang riportato sulla "guerra dell'informazione sofisticata" che le aziende di pesticidi stanno intraprendendo per mantenere le sostanze chimiche sul mercato negli Stati Uniti Entine è stato un importante messaggero pro-industria; ha affermato che i neonici non sono un fattore chiave per la morte delle api (American Enterprise Institute), che "L'apocalisse delle api non è mai stata reale", (Consiglio americano per la scienza e la salute) e la neonica affermata potrebbe effettivamente aiutare la salute delle api (American Enterprise Institute e  Forbes). Entine ha anche attaccato lo studio di un professore di Harvard sul disturbo da collasso delle colonie di api (American Enterprise Institute) e ha accusato i politici europei di aver tentato di uccidere le api limitando la neonica (Forbes).

Difendere gli ftalati

Gli ftalati sono una classe di sostanze chimiche a lungo collegata a disturbi ormonali, danni riproduttivi, problemi di fertilità e collegamenti con obesità infantile, asma, problemi neurologici e problemi cardiovascolari. Il governo degli Stati Uniti ha iniziato limitare le sostanze chimiche nei giocattoli per bambini nel 2013 a causa di problemi di salute. Entine ha difeso i prodotti per bambini contenenti le sostanze chimiche. "Poche sostanze chimiche oggi sul mercato sono state sottoposte a controlli scientifici tanto quanto gli esteri ftalati", ha scritto Entine (Forbes) - ma non ha menzionato il corpo significativo of prove scientifiche compilato in due decenni che collega l'esposizione agli ftalati a sviluppo riproduttivo anormale in neonati. La messaggistica includeva attacchi ai giornalisti; Entine ha accusato un giornalista della NBC che ha sollevato domande sulla sicurezza di "giornalismo scadente". (Forbes). Società di comunicazione di Entine, ESG MediaMetrics, ha fatto PR per Vinyl Institute; la plastica vinilica è una fonte chiave di esposizione agli ftalati. Entine non ha rivelato la connessione del settore nei suoi articoli di Forbes.

Difendere il fracking

Entine difende la fratturazione idraulica ("fracking"), il pompaggio di acqua ad alta pressione addizionata di sostanze chimiche nel terreno per rompere lo scisto ed estrarre gas naturale. Come in molte altre sue campagne di messaggistica, Entine denuncia la scienza e gli scienziati che sollevano preoccupazioni, definendoli come "attivisti", mentre fa affermazioni radicali e indifendibili sulla scienza "scrupolosa" condotta nel corso di molti anni che difende la sua sicurezza. Ad esempio, Entine ha affermato: “Da una prospettiva scientifica, non esiste alcuna ragione per pareggiare sospettare si verificheranno problemi di salute o ambientali sconosciuti "dal fracking (New York Post).

Ancora una volta, gli attacchi erano una parte fondamentale della messaggistica. Entine ha accusato i giornalisti del New York Times di ingannare i bambini sui potenziali pericoli ambientali del fracking (Forbes), hanno attaccato due scienziati della Cornell University per il loro studio che suggerisce che le operazioni di fracking perdono metano (Forbes), e ha attaccato la Park Foundation, sostenendo di aver "fatto deragliare quasi da solo lo sviluppo del gas di scisto nello Stato di New York, ricco di metano, e di aver impresso la sua impronta sull'opinione pubblica e sulle decisioni politiche in tutto il paese". (Tavola rotonda sulla filantropia)

Difendere il BPA

Entine scrive in difesa del bisfenolo chimico A (BPA), nonostante un ampio corpo di prove scientifiche che solleva preoccupazioni circa il suo potenziale di alterazione endocrina e altri problemi di salute ad esso associati. Il Canada ha dichiarato che la sostanza chimica è tossica nel 2010 e l'UE bandito BPA nei biberon in 2011.

Entine ha attaccato ricercatori universitari, ONG e giornalisti che sollevavano preoccupazioni sul BPA (Forbes), ha suggerito che le donne che non possono rimanere incinte non dovrebbero dare la colpa alla plastica (Forbes) e scienziati sfidati che collegavano il BPA alle malattie cardiache (Forbes).

Difendere l'energia nucleare

Entine difende anche l'industria nucleare; ha affermato che le centrali nucleari lo sono rispettoso dell'ambiente e che "è probabile che in Occidente non accada nulla di così grave come Chernobyl". Ha accusato la professoressa di Harvard Naomi Oreskes di scienza "negazionismo", per, tra l'altro, sottolineare i rischi economici e ambientali del nucleare.

Borse di studio

Entine era un borsista non retribuito presso il Center for Health and Risk Communication presso la George Mason University (GMU) dal 2011-2014.Entine è anche un ex senior fellow presso l'Institute for Food and Agricultural Literacy dell'UC Davis World Food Center, che non rivela i suoi donatori e a compagno di visita all'American Enterprise Institute, un think tank DC finanziato in parte da aziendale e soldi scuri contributi.

Guarda anche, Pagina di Greenpeace Polluter Watch su Jon Entine e "la storia nascosta del Genetic Literacy Project. "

Gruppi e persone correlati

Consiglio americano per la scienza e la salute
Geoffrey Kabat
Jay Byrne
Recensione accademica
Pamela Ronald e UC Davis
Progetti di alfabetizzazione biotecnologica