Ditte di pubbliche relazioni di Bayer: FleishmanHillard, Ketchum, FTI Consulting

Stampa E-mail Share Tweet

Originariamente pubblicato a maggio 2019; aggiornato a novembre 2020

In questo post, US Right to Know sta monitorando gli scandali di inganni pubblici che coinvolgono società di PR su cui i giganti dell'agricoltura chimica Bayer AG e Monsanto hanno fatto affidamento per le loro campagne di difesa dei prodotti: FTI consulting, Ketchum PR e FleishmanHillard. Queste aziende hanno una lunga storia di utilizzo di tattiche ingannevoli per promuovere i programmi politici dei loro clienti, comprese le campagne di difesa dell'industria dei pesticidi, del tabacco e del petrolio.

Scandali recenti

Il NYT espone le losche tattiche della società di consulenza FTI per l'industria petrolifera: In un 11 novembre 2020 articolo del New York Times, Hiroko Tabuchi rivela come FTI Consulting "ha aiutato a progettare, fornire personale e gestire organizzazioni e siti web finanziati da società energetiche che possono sembrare rappresentare il supporto di base per le iniziative sui combustibili fossili". Sulla base delle sue interviste con una dozzina di ex membri dello staff della FTI e centinaia di documenti interni, Tabuchi riferisce su come FTI ha monitorato gli attivisti ambientali, ha condotto campagne politiche astroturf, ha composto due siti di notizie e informazioni e ha scritto articoli pro-industria su fracking, cause contro il clima e altri argomenti caldi -pulsanti problemi con la direzione da Exxon Mobile.

La Monsanto e le sue società di PR hanno orchestrato gli sforzi del GOP per intimidire i ricercatori sul cancro: Lee Fang segnalato per The Intercept nel 2019 su documenti che suggerivano che la Monsanto si opponeva ai regolatori e applicava pressioni per plasmare la ricerca sul principale erbicida del mondo, il glifosato. La storia parla di tattiche di PR ingannevoli, incluso il modo in cui FTI Consulting ha redatto una lettera sulla scienza del glifosato firmata da un membro del Congresso del GOP.

I documenti della Monsanto rivelano tattiche per screditare le indagini di interesse pubblico: I documenti interni della Monsanto rilasciati tramite contenzioso nell'agosto 2019 hanno rivelato una serie di tattiche che l'azienda e le sue società di pubbliche relazioni hanno utilizzato per prendere di mira giornalisti e altri influencer che hanno sollevato preoccupazioni su pesticidi e OGM e hanno cercato di contrastare un'indagine sulle loro attività da parte di US Right to Know.

Vedi anche le schede informative dell'USRTK, basate sui documenti ottenuti dalla nostra indagine, che riferiscono su alleati di terze parti che assistono nella difesa dell'industria dei pesticidi: Monitoraggio della rete di propaganda dell'industria dei pesticidi.

Nel maggio 2019, abbiamo riferito di diversi scandali che hanno coinvolto le società di pubbliche relazioni di Bayer:

Scandalo "Monsanto File"

Giornalisti di Le Monde ha riferito il 9 maggio di aver ottenuto un "file Monsanto" creato dalla società di pubbliche relazioni FleishmanHillard che elenca una "moltitudine di informazioni" su 200 giornalisti, politici, scienziati e altri che si ritiene possano influenzare il dibattito sul glifosato in Francia. le Monde presentato una denuncia con la procura di Parigi sostenendo che il documento riguardava la raccolta e il trattamento illegali di dati personali, spingendo l'ufficio del procuratore a aprire un'indagine criminale. “Questa è una scoperta molto importante perché mostra che esistono strategie oggettive per mettere a tacere le voci forti. Vedo che stavano cercando di isolarmi ", L'ex ministro dell'Ambiente francese Segolene Royal, che è sulla lista, ha detto a France 24 TV.

"Questa è una scoperta molto importante perché mostra che esistono strategie oggettive per mettere a tacere le voci forti."

Francois Veillerette, anche un ambientalista nella lista, ha detto a France 24 che conteneva dettagli di contatto personali, opinioni e livello di impegno in relazione alla Monsanto. "Questo è un grande shock in Francia", ha detto. "Non pensiamo che sia normale." Bayer da allora ha ammesso che FleishmanHillard ha redatto "'liste di controllo dei dati pro o anti-pesticidi"In sette paesi in tutta Europa, ha riferito l'AFP. Gli elenchi contenevano informazioni su giornalisti, politici e altri gruppi di interesse. L'AFP ha affermato di aver presentato un reclamo a un'agenzia di regolamentazione francese perché alcuni dei suoi giornalisti erano sulla lista emersa in Francia.

Bavarese scusa e l'ha detto sospeso la sua relazione con le aziende coinvolte, tra cui FleishmanHillard e Publicis Consultants, in attesa di un'indagine. "La nostra massima priorità è creare trasparenza", Bayer ha detto. "Non tolleriamo comportamenti non etici nella nostra azienda." (Le aziende sono state successivamente prosciolte da illeciti dallo studio legale assunto da Bayer.)

Ulteriori letture:

Fingendosi giornalista al processo Monsanto 

In aggiunta ai problemi di pubbliche relazioni di Bayer, AFP ha riferito il 18 maggio che un dipendente di un'altra società di pubbliche relazioni di "gestione delle crisi" lavora con Bayer e Monsanto - FTI Consulting - è stata catturata fingendosi giornalista freelance in un processo federale a San Francisco che si è concluso con un $ 80 milioni di giudizio contro Bayer per le preoccupazioni sul cancro del glifosato.

La dipendente di FTI Consulting Sylvie Barak è stata vista chiacchierare con i giornalisti sulle idee per la storia durante il processo. Ha affermato di lavorare per la BBC e non ha rivelato di aver lavorato effettivamente per una società di pubbliche relazioni.

Ulteriori letture:

Ketchum e FleishmanHillard gestiscono salvo GMO PR

Nel 2013, l'industria agrochimica ha sfruttato FleishmanHillard e Ketchum, entrambi di proprietà di Omnicom, per dirigere un PR offensiva per riabilitare l'immagine dei suoi OGM e prodotti antiparassitari merlati. Monsanto selezionato FleishmanHillard per "rimodellare" la sua reputazione in mezzo alla "feroce opposizione" agli alimenti geneticamente modificati, secondo il rapporto Holmes. Nello stesso periodo, FleishmanHillard divenne anche il Agenzia di PR di record per Bayer, e il Council for Biotechnology Information (CBI), un gruppo commerciale fondato da Bayer (Monsanto), Corteva (DowDuPont), Syngenta e BASF - hanno assunto la società di pubbliche relazioni Ketchum per lanciare una campagna di marketing chiamata GMO Answers.

Le tattiche di rotazione impiegate da queste aziende includevano "corteggiando mamme blogger"E utilizzando le voci di esperti apparentemente" indipendenti "per"chiarire confusione e sfiducia"Sugli OGM. Tuttavia, sono emerse prove che le società di pubbliche relazioni hanno curato e scritto alcuni degli esperti "indipendenti". Ad esempio, i documenti ottenuti da US Right to Know lo dimostrano Ketchum sceneggiato post per GMO Answers firmati da a Professore dell'Università della Florida che ha affermato di essere indipendente mentre lavorava dietro le quinte con la Monsanto su progetti di pubbliche relazioni. Un vicepresidente senior presso FleishmanHillard ha modificato il discorso di uno Professore UC Davis e l'ha allenata come "conquistare le persone nella stanza" in un Dibattito IQ2 per convincere il pubblico accettare gli OGM. Anche Ketchum ha dato punti di discussione al professore per un'intervista radiofonica su uno studio scientifico.

Gli accademici sono stati importanti messaggeri per gli sforzi dell'industria di pressione per opporsi all'etichettatura degli OGM, ha riferito il New York Times nel 2015. "I professori / ricercatori / scienziati hanno un grande cappello bianco in questo dibattito e sostegno nei loro stati, dai politici ai produttori", Bill Mashek, vicepresidente di Ketchum, ha scritto al professore dell'Università della Florida. "Continuate così!" Il gruppo commerciale del settore CBI ha speso oltre $ 11 milioni per le risposte sugli OGM di Ketchum dal 2013, secondo i registri fiscali.

GMO Answers successo nella "gestione delle crisi"

Come segno del suo successo come strumento di rotazione delle PR, GMO Answers lo è stato selezionato per un premio pubblicitario CLIO nel 2014 nella categoria “Crisis Management & Issue Management”. in questo video per CLIO, Ketchum si è vantato di come ha quasi raddoppiato l'attenzione positiva dei media sugli OGM e "ha bilanciato l'80% delle interazioni" su Twitter. Molte di queste interazioni online provengono da account che sembrano indipendenti e non rivelano la loro connessione alla campagna di pubbliche relazioni del settore.

Sebbene il video di Ketchum affermasse che GMO Answers avrebbe "ridefinito la trasparenza" con le informazioni di esperti con "niente filtrato o censurato e nessuna voce messa a tacere", un piano di PR della Monsanto suggerisce che la società ha contato su GMO Answers per aiutare a far girare i suoi prodotti in una luce positiva. Il documento del 2015 Risposte OGM elencate tra i "partner di settore" che potrebbe aiutare a proteggere Roundup dai problemi di cancro; in una sezione "risorse" a pagina 4, il piano elencava collegamenti a GMO Answers insieme a documenti della Monsanto che potrebbero comunicare il messaggio dell'azienda che "il glifosato non è cancerogeno".

Questo video di Ketchum è stato pubblicato sul sito Web di CLIO e rimosso dopo che abbiamo richiamato l'attenzione.

Ulteriori letture:

Fleishman Hillard e Ketchum di Omnicom: storie di inganni

Il motivo per cui qualsiasi azienda metterebbe FleishmanHillard o Ketchum davanti agli sforzi per ispirare fiducia è difficile da capire, date le loro storie di inganni documentati. Per esempio:

Fino al 2016, Ketchum era il Azienda di pubbliche relazioni per la Russia e Vladimir Putin. Secondo documenti ottenuti da ProPublica, Ketchum è stato sorpreso a collocare articoli pro-Putin sotto il nome di "professionisti apparentemente indipendenti" in vari organi di stampa. Nel 2015, il Il governo dell'Honduras assalito assunse Ketchum per cercare di riabilitare la sua reputazione dopo uno scandalo di corruzione multimilionario.

Documenti trapelati a Mother Jones indicano che Ketchum ha lavorato con una società di sicurezza privata che "ha spiato Greenpeace e altre organizzazioni ambientaliste dalla fine degli anni '1990 fino ad almeno 2000, rubando documenti dai bidoni della spazzatura, tentando di piantare agenti sotto copertura all'interno di gruppi, incaricare uffici, raccogliere tabulati telefonici di attivisti, e penetrando riunioni riservate. " FleishmanHillard è stato anche sorpreso a usare tattiche di spionaggio non etiche contro i difensori della salute pubblica e del controllo del tabacco per conto dell'azienda del tabacco RJ Reynolds, secondo uno studio di Ruth Malone nel American Journal of Public Health. L'azienda di pubbliche relazioni ha persino registrato segretamente riunioni e conferenze sul controllo del tabacco.

FleishmanHillard lo era la società di pubbliche relazioni per The Tobacco Institute, la principale organizzazione di lobby dell'industria delle sigarette, per sette anni. In un articolo del Washington Post del 1996, Morton Mintz ha raccontato la storia di come FleishmanHillard e il Tobacco Institute abbiano trasformato l'Healthy Buildings Institute in un gruppo di facciata per l'industria del tabacco nel suo tentativo di allontanare la preoccupazione pubblica sui pericoli del fumo passivo. Ketchum ha anche lavorato per l'industria del tabacco.

A volte entrambe le aziende hanno lavorato su entrambi i lati di un problema. FleishmanHillard è stato assunto per campagne antifumo. Nel 2017, Ketchum ha lanciato un file società spin-off denominata Cultivate per incassare nel crescente mercato degli alimenti biologici, anche se GMO Answers di Ketchum ha screditato il cibo biologico, sostenendo che i consumatori pagano un "forte premio" per il cibo che non è migliore del cibo coltivato in modo convenzionale.

Ulteriori letture:

FTI Consulting: inganni climatici e più legami con il tabacco

FTI Consulting, la “gestione delle crisi” Azienda di pubbliche relazioni che lavora con Bayer e il cui dipendente era sorpreso a impersonare un giornalista al recente studio sul cancro Roundup a San Francisco, condivide diverse somiglianze con FleishmanHillard e Ketchum, compreso l'uso di tattiche segrete, la mancanza di trasparenza e la storia del lavoro con l'industria del tabacco.

L'azienda è conosciuta come un attore chiave negli sforzi di ExxonMobil per eludere la responsabilità per il cambiamento climatico. Come Elana Schor e Andrew Restuccia segnalato in Politico nel 2016:

“A parte la stessa [Exxon], la resistenza più forte ai verdi è arrivata da FTI Consulting, un'azienda piena di ex collaboratori repubblicani che ha contribuito a unificare il GOP in difesa dei combustibili fossili. Sotto la bandiera di Energy in Depth, un progetto che gestisce per l'Independent Petroleum Association of America, FTI ha disseminato i giornalisti con e-mail che suggeriscono "collusione" tra attivisti verdi e AG statali, e ha sollevato domande sulle sovvenzioni Rockefeller di InsideClimate.

I dipendenti di FTI Consulting sono stati sorpresi a impersonare giornalisti in passato. Karen Savage ha riferito in Gennaio 2019 in Climate Liability News, "Due strateghi delle pubbliche relazioni che rappresentano Exxon si sono recentemente presentati come giornalisti nel tentativo di intervistare un avvocato che rappresenta le comunità del Colorado che stanno facendo causa alla Exxon per danni legati al cambiamento climatico. Gli strateghi, Michael Sandoval e Matt Dempsey, sono impiegati da FTI Consulting, un'azienda a lungo legata all'industria del petrolio e del gas ". Secondo Climate Liability News, i due uomini sono stati elencati come scrittori per Western Wire, un sito web gestito da interessi petroliferi e composto da strateghi di FTI Consulting, che fornisce anche personale a Energy In Depth, un "combustibile fossile" ricerca, istruzione e campagna di sensibilizzazione pubblica ".

Energy In Depth si è presentato come un "negozio mamme e pop" che rappresenta i piccoli fornitori di energia, ma è stato creato dalle principali compagnie petrolifere e del gas per fare pressione per la deregolamentazione, Blog di DeSmog segnalato nel 2011. Il gruppo di Greenpeace ha scoperto a Nota di settore 2009 che descrive Energy In Depth come una "nuova campagna a livello di settore ... per combattere le nuove normative ambientali, in particolare per quanto riguarda la fratturazione idraulica" che "non sarebbe possibile senza i primi impegni finanziari" dei principali interessi di petrolio e gas, tra cui BP, Halliburton, Chevron, Shell, XTO Energy (ora di proprietà di ExxonMobil).

Un'altra caratteristica in comune con tutte queste aziende sono i legami con l'industria del tabacco. FTI Consulting ha "una lunga storia di collaborazione con l'industria del tabacco", secondo Tobacco Tactics.org. Una ricerca nella libreria UCSF Tobacco Industry Documents porta in primo piano oltre 2,400 documenti relative a FTI Consulting.

Ulteriori letture:

Altri rapporti sugli scandali di Bayer nelle pubbliche relazioni

Copertura in francese:

Copertura in inglese: