Quanto sono sicuri i biolab allo stato del Colorado?

Stampa E-mail Share Tweet

progetto di proposta di finanziamento fo la costruzione di un nuovo biolab presso la Colorado State University solleva domande sulla sicurezza e la protezione dei suoi biolab esistenti a Fort Collins, in Colorado.

La bozza di proposta cerca finanziamenti dal National Institutes of Health per sostituire l'infrastruttura "invecchiata" all'interno delle CSU Centro per le malattie infettive trasmesse da vettori, precedentemente noto come Laboratorio di malattie infettive e trasmesse da artropodi (AIDL). Il centro alleva colonie di insetti e pipistrelli per esperimenti di malattie infettive con patogeni pericolosi come i virus SARS, Zika, Nipah e Hendra. Gli esperimenti su patogeni vivi vengono eseguiti in parte BSL-3 strutture, che sono laboratori a tenuta d'aria con tecnologie speciali per impedire ai ricercatori di essere infettati e diffondere infezioni.

Gli autori della proposta (Tony Schountz e Greg Ebel della CSU e Jonathan Epstein, vicepresidente di EcoHealth Alliance) scrivono che "molti dei nostri edifici hanno superato la loro vita utile". Allegano immagini dell'accumulo di muffe e funghi come prova di strutture "in rapido degrado" che "perdono quando piove".

La proposta spiega anche che il progetto esistente del laboratorio richiede che campioni di cellule di pipistrelli e insetti infetti "vengano trasportati in edifici diversi prima dell'uso". Afferma che le autoclavi esistenti, che sterilizzano materiali a rischio biologico, "spesso funzionano male e c'è una legittima preoccupazione che continueranno a farlo".

È possibile che i problemi siano sopravvalutati perché supportano una richiesta di finanziamento. Ecco un estratto dalla proposta di finanziamento con le immagini.

La proposta solleva diverse domande: le vite umane sono a rischio a causa delle apparecchiature e delle infrastrutture difettose dell'AIDL? Questa decrepitezza aumenta la probabilità di una fuoriuscita accidentale di agenti patogeni pericolosi? Esistono altre strutture affiliate a EcoHealth Alliance in tutto il mondo che sono altrettanto degradate e non sicure? Le condizioni erano altrettanto pericolose, ad esempio il Wuhan Institute of Virology finanziato dall'EcoHealth Alliance? Quell'istituto è stato identificato come possibile fonte di SARS-CoV-2, il virus che causa il Covid-19.

Registri del comitato istituzionale per la biosicurezza della CSU (IBC), ottenuto tramite richiesta di registri pubblici, sembra rafforzare le preoccupazioni sulla sicurezza dei biolab CSU. Ad esempio, verbali di riunioni da maggio 2020 indicano che un ricercatore CSU ha acquisito l'infezione da virus Zika e sintomi dopo aver manipolato zanzare infettate sperimentalmente. L'IBC ha osservato: "Molto probabilmente si trattava di una puntura di zanzara che non è stata rilevata durante un periodo caotico a causa delle chiusure e dei cambiamenti di COVID-19".

Ironia della sorte, una maggiore ricerca sulle malattie infettive su SARS-CoV-2 potrebbe aver aumentato il rischio di interruzioni della biosicurezza e contrattempi alla CSU. I verbali dell'IBC supporto espresso per "Preoccupazioni sollevate riguardo al gran numero di progetti di ricerca che coinvolgono SARS-CoV-2 che ha messo a dura prova risorse come DPI, spazio di laboratorio e personale".

Se desideri ricevere aggiornamenti regolari sulla nostra indagine sui rischi biologici, puoi farlo iscriviti alla nostra newsletter settimanale qui